Un caloroso benvenuto a
Båstad e penisola di Bjäre

Informazioni su Båstad e sulla penisola di Bjäre

I motivi per visitare la penisola di Bjäre sono molti e molto vari. Gran parte dei nostri visitatori torna più volte all'anno. Magari per una visita in famiglia, una settimana di vacanza, un weekend di golf o un weekend alla SPA. Che la gamma di attività e attività ricreative sia così ampia e che detenga una classe così alta è ovviamente una ragione importante. 

Storia

Båstad e la penisola di Bjäre non sono sempre state un luogo per una vita estiva confortevole, feste, esperienze nella natura e vacanze. Qui sono stati per secoli terreni magri dove i raccolti gracidavano al vento salmastro. I contadini poveri, laboriosi nei paesi di confine tra Svezia e Danimarca, hanno dovuto pagare il prezzo delle eterne disgrazie dei due paesi vicini. Le tasse e gli articoli militari venivano costantemente riscossi dai piccoli contadini gratuiti della zona e rendevano la vita difficile. Probabilmente era una fortuna che c'erano aringhe e merluzzo in abbondanza.

Circa 4000 anni fa, la vita era forse più facile. Poi, durante l'età del bronzo, le persone vivevano nei villaggi intorno alla penisola di Bjäre e coltivavano terrazze nel mite clima costiero. Le tracce della vita delle persone dell'età del bronzo sono ovunque. Nella foresta ci sono terrazze lasciate su diverse plastiche. Anche le incisioni rupestri e numerosi tumuli funerari rendono questi primi coloni ancora presenti nel paesaggio. Il clima alla fine si è deteriorato. Forse l'agricoltura svedese dei villaggi dell'età del bronzo aveva impoverito le terre. Esistono pochi resti del periodo successivo all'età del bronzo e fino al tardo medioevo non si conosce molto. Né i castelli né le tenute arrivarono qui al misero avamposto. Forse era troppo lontano dalle autostrade. Foresta troppo collinosa e troppo grande. Querce secolari crescevano nel paesaggio e per i poveri agricoltori liberi sulla ventosa penisola nello Snapphaneland occidentale, la foresta divenne un mezzo di sostentamento durante il Medioevo. È letteralmente andato in fumo al Palazzo Reale di Copenaghen quando la flotta danese ha riempito le navi di combustibili a Båstad ed è scivolata sulle acque ricche di pesce del Kattegatt.

Båstad ricevette i privilegi della città nella metà del XV secolo, ma li perse nel XVII secolo, quando la città divenne sempre meno importante. La foresta di querce si era esaurita, la Scania era diventata svedese e Bjäre era ancora povera. Poveri e magri e così difficili da coltivare che nemmeno le grandi tenute e i castelli di Hallandsslätten si sono sforzati di acquisire la terra. Avevano campi abbastanza vasti da non discernere nemmeno la proprietà del vicino. Forse anche i pescatori e gli agricoltori della penisola erano troppo sospettosi, molesti e caparbi. Possiamo solo immaginarlo, ma a volte il mito è gestito con cura dai residenti di Bjäre. Alla fine, tuttavia, sarebbe successo qualcosa che avrebbe cambiato la vita di molti nella zona. Una nuova fonte di reddito, ancora oggi forse l'industria più importante e ciò che ha reso Båstad e la penisola di Bjäre ben note in tutto il paese.

Vennero i bagnanti.

Resort e villaggi accoglienti

La penisola di Bjäre respira contrasti, in un ambiente di mare e panorami fantastici. Qui c'è prodotto locale e biologico dietro l'angolo mentre le nostre accoglienti città offrono vicinanza e socializzazione. Bjäre è un nome molto antico e supera in età le città del paese. Già a metà del V secolo Bjäre è menzionato in una pubblicazione latino-gotica e prende il nome di Bergio. In danese, le montagne sono pronunciate come "bjer" e da questo Bjäre si è cristallizzato.

TRADURRE

Dichiarazione di non responsabilità di Google

Sicuramente è fastidioso? Questo sito Web raccoglie "cookie" in modo che voi, cari utenti, possiate avere la migliore esperienza possibile.

St. Tropez Bastad Londra Torekov Stoccolma Penisola di Bjäre Ibiza

TRADURRE

Dichiarazione di non responsabilità di Google

Contattaci

Buoni collegamenti

Quando l'incidente è arrivato